benvenuto

Prima di decidere d’intraprendere una cura, si propone a chi ne fa domanda di fare dei colloqui per precisare il proprio disagio e a fare prova di cosa significa parlare ad uno psicanalista.

Cosa fa uno psicanalista?

Lo psicanalista si mette in posizione d’ascolto, non dà suggerimenti o consigli, né offre modelli o propone tecniche per padroneggiare i propri disagi, cosa che manterrebbe l’altro in posizione di dipendenza, ma al contrario aiuta il soggetto a cogliere ciò che dietro la sua domanda si cela e che insiste per farsi riconoscere. Al di là di ogni domanda contingente, legata al momento particolare della propria vita, c’è qualcosa che fa enigma e che si manifesta in modo sintomatico, come qualcosa che si mette di traverso e che riguarda ciò che è di più intimo e allo stesso tempo estraneo al soggetto.

Quanto dura e quanto costa un’analisi?

Durata e costi non sono standard ma stabiliti in base all’impegno di ciascuno nel lavoro che si vuole fare.
Il lavoro analitico vero e proprio è quello più approfondito che va all’origine dei nodi conflittuali che hanno causato il disagio che ha spinto alla consultazione.

Ma ci si può rivolgere a uno psicanalista anche in momenti difficili della propria vita, una crisi inaspettata ad esempio, che crea disorientamento e sofferenza e che con l’aiuto di uno psicanalista possono essere affrontati per poter procedere nel proprio cammino personale.

Chi si può rivolgere a uno psicanalista?

Chiunque, adulti, adolescenti e bambini. Pur cambiando il modo di accesso alla cura, la domanda di cura di un bambino o un adolescente è di solito portata in un primo tempo da un adulto, il lavoro analitico non mette limiti all’età della persona che ha bisogno di aiuto.

Per quali sintomi ci si può rivolgere?

TERAPIA PER ADULTI

Ansia e attacchi di panico, disturbi dell’umore e depressione, sindromi da stress, conflittualità o violenza, problemi dell’identità sessuale, dipendenze, disturbi del comportamento alimentare, disagio nella funzione genitoriale, rotture o disagi nelle relazioni, problematiche di coppia, disagio familiare, difficoltà nell’ambiente lavorativo.

TERAPIA PER ADOLESCENTI

Crisi d’identità, disturbi del comportamento, dell’apprendimento, del linguaggio, disagio nella comunicazione, nel legame sociale, disagio della sessualità, disturbi dell’alimentazione e dell’immagine di sé, dipendenze, crisi nell’ambito familiare o scolare, dispersione scolastica e bullismo, isolamento sociale.

TERAPIA PER BAMBINI

Disturbi dell’apprendimento, del linguaggio e della comunicazione, disturbo da deficit dell’attenzione e dell’iperattività, disturbi del comportamento, dell’alimentazione, crisi nell’ambito familiare o scolare, psicosi infantile.